Dove verrò a cercarti, stavolta?

Dove verrò a cercarti, stavolta? Noi due non siamo il tipo che si fa trovare in giro. Quando esci di casa è tutto un apparire: macchine grandi e rumorose, finta musica a riempire anche l’aria di chi non vuol sentire, vestiti di marca di colori orrendi, quintali di trucco a nascondere visi di ragazze che forse da nascondere non sono. E se vuoi stare fuori, tra questa gente, anche tu devi un po’ travestirti. Altrimenti ti guardano male, ed è spiacevole.

In fondo le altre volte sono stato fortunato coi nostri incontri, ricordi? Una volta a quel concerto di musica classica, ti eri infiltrata all’ultimo momento al posto di un amico che aveva dato buca. Poi c’era stata quella cena da un’amica comune per il suo compleanno, noi che non c’eravamo mai visti prima e avevamo parlato tutta la sera.

Entrambe le volte un po’ mi ero ingannato, perché non eri veramente tu. Era qualcuno che ti somigliava, qualcuno che avrebbe lasciato il segno in profondità e che poi se ne sarebbe andato lasciandomi di nuovo alla mia ricerca.

Ma dove verrò, stavolta? Gli incontri al parco non funzionano. Non posso andare in libreria e restare lì a guardarmi attorno. O forse sì? Forse è solo che ho fretta, stavolta. Inizio a chiedermi se ti troverò mai, e se non debba imparare ad accontentarmi delle tue immagini.

Scorro la pagina di un sito internet. Dove verrò a cercarti, stavolta? Noi due non siamo il tipo che si fa trovare in giro. Forse anche tu sei tentata di nasconderti tra le mille schede di un sito d’incontri.

[Post Sponsorizzato]