Fahrenheit ~The Indigo Prophecy

Produttore: Quantic Dream / Atari
Piattaforma: PC (provata) / Playstation 2 / Xbox
Genere: Avventura Grafica
Prezzo all’uscita: Sconosciuto

Trama: Lucas viene posseduto da qualcosa e questo qualcosa lo costringe ad ammazzare un uomo. Carla indaga sull’omicidio, ma piano piano scopre un segreto nascosto dietro una società segreta. Alla fine del tunnel, la misteriosa Profezia e il potere di una bambina…

Grafica: 8/10
Contando che stiamo parlando di un gioco del 2005 multipiattaforma, The Indigo Prophecy può vantare una grafica di tutto rispetto: anche se le espressioni facciali dei personaggi a volte non sono il massimo, le ambientazioni sono molto curate (anche se gli spazi aperti non spiccano certo per profondità) e i vari modelli poligonali belli a vedersi, anche qui con l’eccezione delle automobili. Non c’è stato un grande sforzo per ricreare le condizioni atmosferiche, ma trattandosi di un videogioco per lo più al chiuso questo difetto è praticamente irrilevante.

Musiche: 10/10
Questo gioco può vantare di una tracklist di tutto rispetto. In particolare, non conoscevo questi Theory of a Dead Man, ma le loro tracce sono veramente belle e adatte al gioco. Le musiche di sottofondo sono abbastanza classiche, ma questo non vuol dire che siano perfette. Il doppiaggio inglese è accettabile, quantomeno è quasi sempre credibile.

Giocabilità: 7/10
Il sistema di controllo di The Indigo Prophecy non è esattamente tra i più semplici, sia come facilità d’apprendimento sia per come sono configurati i tasti all’inizio. In sostanza, muoveremo il nostro personaggio con il mouse che potremo utilizzare anche per sportare la telecamera. Al momento di interagire con l’ambiente o con la storia, dovremo o fare dei movimenti particolari con il cursore oppure premere determinate sequenze di tasti a schermo. Non che sia particolarmente difficile, ma il tutorial spiega questa cosa un po’ male e le prime volte avremo difficoltà a gestire bene i personaggi. L’impostazione di default dei tasti è scomoda, ma completamente personalizzabile dalle opzioni.

Longevità: 7/10
Dieci ore circa per finire la storia e alcuni bonus sbloccabili dal menu principale, come artwork e la colonna sonora del gioco. Ci sono dei finali alternativi, ma non sono tanto differenti tra loro da volerli veramente vedere. Comunque il finale più o meno è quello, con piccole variazioni. Qualche extra in più non avrebbe certo fatto schifo.

Originalità: 8/10
Ad uno sguardo superficiale potrebbe sembrare che The Indigo Prophecy sia un’avventura grafica come tante altre, eppure non è così. Ci sono molti elementi, soprattutto il sistema di controllo e gestione dei personaggi, che lo rendono completamente nuovo nel panorama videoludico. Ho apprezzato, soprattutto, le diverse alterazioni dello stato mentale dei protagonisti. Peccato, invece, per il finale pieno di pesanti citazioni da Matrix ed Evangelion: una caduta di stile non da poco.

Globale: 9/10
Al di là dei suoi difetti, bisogna riconoscere che Fahrenheit ~ The Indigo Prophecy porta su un nuovo livello l’idea di cinema interattivo. Perché, in fondo, è proprio di questo che si tratta: un film, un bellissimo film in cui siamo noi a muovere il protagonista e a decidere come fare andare avanti la storia. Peccato per alcune incongruenze sul finale, come il fratello convinto da un barbone spuntato fuori dal nulla, o l’Oracolo fermato da una porta chiusa a chiave. Anche se il binario della trama alla fine è unico, ci sono diverse scelte che possono rendere più o meno difficile arrivare alla fine della storia. Non è un capolavoro assoluto, ma da avere nella propria libreria in un modo o nell’altro.

Rapporto qualità/prezzo: Sconosciuto
Non so quanto costasse all’inizio, e dubito che qualsiasi cifra sopra i 50€ sarebbe valsa la spesa. Ora, comunque, questo titolo si trova a prezzi stracciati (io l’ho pagato meno di 5€ su Steam) quindi potrebbe valere la pena farci un pensierino.

  • Musashi

    Eh, io è da anni che volevo giocarci, ma sul pc mi pesa giocare e la ps2 s’è fusa. L’ho visto in edicola a 9.99€, mi pare, ma son troppi per un gioco che volevo solo provare. Magari me lo scaricherò per pc…