Kanokon

cosa? sicuramente lo hanno tratto da un gioco erotico? ... ma va?

Conoscete l’impressione, no? State camminando per un bel viale alberato. In giro non ci sono macchine, è primavera e un bel venticello fresco vi accarezza il viso. Voi camminate, ma si sta talmente bene che non vi stancate, non sudate, potreste andare avanti così per sempre. Siete in paradiso.

Poi, pestate una merda. Inciampate e sbattete il naso. Vi rompete un braccio, finite in ospedale dove vi ingessano male e vivrete per tutta la vita con il braccio piegato in maniera strana.

Potete immaginare come ci si senta? Ecco, guardare Kanokon è più o meno una cosa del genere.

Per carità, i disegni sono belli. Uno stile molto moe, se mi passate il termine, con tutti i personaggi molto luminosi e rotondeggianti, le protagoniste femminili molto carine e un protagonista maschile che anche se vorrete prenderlo a schiaffi nel contesto ci sta benissimo.

Anche le scene ecchi che ho visto prima di rinunciare alla visione sono fatte molto bene, soprattutto quando Kouta deve sculacciare Chizuru. O la scena nel bagno termale.

Ma la storia. La storia, dio mio. Non ho ben capito come tutto prenda avvio, fatto sta che in sostanza una kitsune si innamora di un povero (?) ragazzino delle superiori e cerca in tutti o modi di possederlo (in ogni senso). Sulla sua strada incontra diversi ostacoli, anche se immagino che nel più classico dei cliché si chiuderà “e vissero tutti felici e contenti” in una commovente scena finale. Peccato che tutto inizi all’improvviso, senza alcun motivo e senza dare nessunissima spiegazione del contesto. Persino l’ambientazione non è azzeccata, essendo Kanokon ambientato in una città che di città non ha proprio niente, mentre sarebbe stato infinitamente più plausibile un paesello di campagna. Per Dio.

Insomma, ci siamo capiti? Ecco. Non fatemelo dire, e limitatevi a starne alla larga.

Voto: 2/10

Subbato da: F&Fs. Questo gruppo ha un sacco di potenziale, sfruttato però veramente alla cazzo con tutta una serie di anime inguardabili completamente privi di qualsivoglia trama che li renda valevoli del tempo speso a guardarli. Ed è un gran peccato, davvero! Giusto Toradora

  • Musashi

    Sai già i miei commenti sugli anime che recensisci. Cmq piccolo appunto: hai scritto ‘non ci sono macchina” e “di innamora” ;D

  • lightingcloud

    grazie amorino :* ma anche questo doveva essere ecchi e invece s’è rivelato una cagata mostruosa ç_ç