La Notte Bianca… *risata malvagica*

Iniziamo daccapo. Innanzitutto, scusatemi per eventuali strafalcioni ortografici o morfo-sintattici ma ho in corpo qualcosa come cinque bicchieri di vino e tre di birra. Perdono, quindi, ma capiatemi.

Dunque, stamattina sveglia regolare attorno alle 09.45 tanto eravamo sfatti per la settimana. Eravamo, perché da giovedì a oggi, domenica, rimane qui la mia sorellinanondisangue, Valentina. Quindi, sveglia, colazione, cazzeggio per me e studio per lei.

Dopo pranzo, ancora un po di cazzeggio e poi siamo usciti per andare a fare qualche spesa ad Auchan (che è infinitamente più figo qui che a Sassari °O° ): pantofole per gli ospiti, cuffie e casse per il pc ciabatta a sei prese per sostituire una vecchia ciabatta a tre che mi ha quasi fuso lalimentatore per il macbook, e altre cosette accessorie. Siamo tornati a casa verso le cinque e mezzo e siamo riusciti verso le sette, dopo che un cretino ci ha trattenuti al telefono per circa quindici minuti (quindici minuti al telefono per Vale, quindici minuti di nulla per me).

Alle sette e mezzo circa siamo arrivati al Magistero aka Facoltà di Lettere e non so cosaltro (ci fanno anche psicologia) dove ci ha "accolto" una fiumana di gente. Abbiamo in primis assistito ad un monologo di un attore Argentino a proposito dei Desaparecidos, veramente commovente. Abbiamo girovagato per qualche ora fino a che non abbiamo incontrato i miei compagni di matematica e ci siamo aggregati al loro gruppo.
Con in corpo ormai quantità sufficienti di alcohol per non guardare in faccia a nessuno abbiamo preso a vagare ridendo e scherzando per tutta larea della festa.

Vorrei potervi descrivere meglio quel che è successo, ma sinceramente non ne sono in grado. Sia perché sono completamente brillo e non connetto sia perché semplicemente ci siamo divertiti troppo per poterlo rendere a parole. Il culmine della serata, comunque, è stato il concerto di 50 minuti della ContrabBanda, gruppo apripista di Vinico Capossela: cinquanta minuti di pura follia stile swing passati ad agitarci e a ballare, ridere e urlare come dei puri e semplici cretini. Da quanto non ridevo così tanto? Semplicemente fan-ta-sti-co. Non dico che sto rifiutando il mio stile di vita, ma ogni tanto una serata così ci vuole!

Veramente, vorrei essere in grado di trasmettere in parole a voi quanto mi son divertito stasera… ma non ci riesco. Vi basti pensare che solo a pensarci rido ancora!

p.s.: in mezzo alla festa anche il Presidente della Regione, Renato Soru, ci ha degnati della sua presenza. Stringergli la mano e sentirmi dire "manda pure la lettera al mio indirizzo e-mail, non ho potuto leggerla" mi ha semplicemente mandato in visibilio ;D

p.p.s: ecco una foto di Vale, Eleonora e Mattia ^^

<!– –>

  • MusaMusa

    Lol, son contento, Lucino =D speriamo tocchi anche a me, prima o poi, che ne ho davvero bisogno…

  • beh tu allora deciditi ad uscire con i tuoi amici e fare qualche cazzata, se non mi fossi un po’ mosso in quel senso mica mi sarei divertito ieri!