Let’s Sprach!

ok, si, è un aborto di due lingue. ma che vi aspettate, io il tedesco ancora non lo so!

Ero indeciso se buttar giù una recensione veloce veloce o parlare un po’ di questo periodo, ed eccomi qui. Inizio con il dire che l’odio per mia nonna (quella di Roma), una delle colonne portanti della mia esistenza, si è volatilizzato pochi giorni fa quando l’ho vista così indifesa e disorientata al pranzo a sorpresa per festeggiare i suoi 90 anni. E’ inutile, mi sono detto, è arrivata alla fine. Mi ha fatto pena, ho provato compassione… e non riesco più a volerle male. Non posso dire di apprezzarla, questo no, ma almeno non le sono più ostile. Si tratta solo di avere pazienza.

Poi, il computer nuovo mi sta creando qualche problemuccio ma direi che per lo più si sta comportando bene! Passo le mie giornate tra lo studio per il prossimo esame, il 28 gennaio, e i miei soliti hobbies quali videogiochi (mi sono portato il Wii a Sassari), anime, manga, libri e musica.

Di videogiochi ne sto giocando un sacco, solo nell’ultimo mese ne ho finiti quattro (record assoluto, credo, e infatti ho la pennina piena di recensioni di videogiochi) e devo dire che il Wii mi sta veramente piacendo come piattaforma. Ora aspetto con impazienza l’uscita di Final Fantasy 13 per Xbox360, anche se le notizie dalla rete confermerebbero la morte della saga.

Musica ascolto sempre la solita, purtroppo qui ho fastweb e procurarsi materiale nuovo è un po’ difficile. Mentre cerco di reperire la discografia completa di Bob Dylan, mi godo come al solito i Muse, scopro piano piano i Mew (ovviamente, grazie a Niji) e mi rilasso con una bella playlist composta dalle migliori tracce di Nobuo Uematsu e altri compositori di tutto il mondo.

Manga come al solito ne leggo una marea, credo di avere una quarantina di serie in corso senza contare quelle che leggo su Onemanga. Da poco ho fatto un conteggio dei volumi e mi sono fermato alla cifra di 1500, non ho voluto proseguire anche perché i volumi che mancavano alla conta erano troppo in alto! Comunque sono passato in fumetteria e ho segato un paio di abbonamenti, non so proprio più dove mettere i fumetti ._.

Anime non ne sto guardando poi tanti, a dire il vero: oggi finisco The Sacred Blacksmith e poi penso che inizierò Disgaea o qualche altra serie breve. Mercoledì torno a Cagliari e mi porto su quelle più vecchie che il mio caro vecchio lettore DVD può ancora leggere, è più comodo vedere Anime in tv che non sul portatile u_u

E infine i libri. Dopo l’anno scorso, in cui ho riscoperto appieno il piacere della lettura, sto cercando di limitare gli acquisti e iniziare a sfoltire la lista dei titoli da leggere, ormai arrivata a quota 105 (anche se penso che una trentina di questi non li leggerò mai). Ho iniziato l’anno con L’Apologo del Giudice Bandito, un libro di Sergio Atzeni molto particolare che vi invito a leggere se siete interessati ai racconti folkloristici. E ora mi sono dato a L’Uomo che Ride, di Hugo, spinto dalla curiosità di vedere i collegamento con Ghost in The Shell Stand Alone Complex in cui il libro viene citato molto spesso. Non ho ancora capito bene la trama, ma la cosa sorprendente è che nonostante il suo essere molto prolisso, Hugo è capace di catturare semplicemente con il suo stile di scrittura. Spero di non metterci più di un mese, comunque, questo libro è molto tosto!

Per il resto? Sono un po’ confuso. Pensavo di stare bene, e invece è bastato un caloroso abbraccio dalla mia cuginetta di Roma per rischiare di sciogliermi in lacrime. Quindi, forse tanto tanto bene non sto? Non lo so, e sinceramente non voglio nemmeno pensarci. Quando ne avrò voglia…

  • BRAVO CHE ASCOLTI I MEW *_* ormai io sono irrecuperabile, ach.
    Oh, mi mancano le nostre discussioni su msn ;_; ! Quando ti becco – che non abbiamo da fare entrambi (ex. STUDIO) – ti tartasso :*

  • lightingcloud

    ma certo niji ;_;! (dannati esami) :*