L’Insostenibile Leggerezza dell’Essere

06d33996fd16b0b21b6d54c5bb61880c_w_h_mw650_mh

Mi è capitato più volte di leggere libri considerati capolavori assoluti della letteratura mondiale per scoprire poi, con delusione, che probabilmente venivano considerati tali solo a causa di una favorevole situazione sociale, politica, o cose simili.

E questo, probabilmente, il caso de L’Insostenibile Leggerezza dell’Essere di Milan Kundera: strutturato in sei capitoli, narra gli amori di Franz e Sabina e di Tereza e Tomas (con accenti più o meno strani, ve li risparmio) con intermezzi sulla Primavera di Praga. I quattro protagonisti si muovono nelle loro vicissitudini sentimentali con la crisi politica dell’est Europa che condiziona in maniera diversa le vite di ognuno.

Probabilmente a causa del mio scarso attaccamento al comunismo, ai suoi perché e percome, non sono riuscito a cogliere la grandezza di questo romanzo che è apparso ai miei occhi come niente più di una sfilza di seghe mentali di adolescenti però sui cinquantanni. Sono riuscito a leggere con tranquillità i primi quattro capitoli, per trovarmi di fronte ad un quinto capitolo degno del pepe di Cipolla (solo che Kundera è serio, e questo è grave) per concludere infine con il più bel capitolo del libro: quello che, tranne le ultime due parti, narra della morte di un cane.

Difficilmente credo che il messaggio dell’autore volesse essere questo. Il mio commento, però, è uno solo: orribile.

  • be’, non è un libro per tutti. per esempio non è un libro per gente che usa la musica come tappezzeria sonora.

  • MusaMusa

    Io oggi ho visto “L’elefante scomparso” di Murakami Haruki, al Bennet… non l’avevo mai sentito. Però il fatto che siano 17 racconti brevi mi allontana un po’…

  • prendimelo, amorino, giuro che ti mando i soldi se me lo spedisci *__* io l’ho cercato tanto ma non l’ho mai trovato!
    @damaste: sono d’accordo con te! mi dispiace che tu conosca gente del genere, davvero. dev’essere una cosa tremenda. mi dispiace assai. condividiamo lo stesso amore viscerale per la musica, immagino.

  • Questo post non merita un commento serio, quindi,
    CULO !
    è_é

    Io ho amato quel libro ;_;