Lost at Sea (sì, di nuovo)

Ne ho parlato qui, proprio su queste pagine, da relativamente poco tempo. Mi sono talmente innamorato di questo fumetto che, alla pari di Scott Pilgrim, ho deciso di possederlo in ogni formato esistente (e grazie al cielo questa volta è facile, è un volume unico). L’edizione inglese paperback non aveva niente di particolare da segnalare, tranne l’essere, appunto, in inglese.

copertina lost at sea
Copertina splendida, con un bell’effetto lucido su Raleigh.

L’edizione hard cover, invece, è decisamente awesome. Nuova copertina strafighissima, all’interno è colorato. Di rosa, cioè, qualcosa tipo rosa salmone, per le ombre, credo, comunque è figo.

lost at sea colored
Non sono DAVVERO sicuro che se ne sentisse il bisogno, comunque mi piace.

Ma soprattutto a fine volume sono presenti alcune storie aggiuntive che ci spiegano un po’ i perché dell’opera, non che già non li sospettassimo.

special lost at sea
Questa è a parte figa del volume in sé. Adoro queste edizioni speciali.

Magari quando torno a Sassari vi faccio anche quale foto degli special negli hard cover a colori di Scott Pilgrim. Comunque, questa è l’edizione inglese ma uscirà cartonata anche in italiano, la Rizzoli Lizard ha confermato la pubblicazione, mi pare per quest’anno. Se avete voglia di pazientare sapevatelo, non costa (almeno, questa inglese) molto più della controparte paperback. A voi la scelta. Se lo volete in inglese, andate qui.

Buona lettura!

  • Quanti miliardi ci spendi su ste cose, Lucino? xD

    • lightingcloud

      Un sacco. XD