Mele Cotte

Ah, la mela. Il frutto del peccato, per il quale l’uomo è stato cacciato dal paradiso!

Però io la preferisco cotta. Essì che la frutta e la verdura in genere è meglio mangiata fredda, con vitamine e fibre al pieno della loro potenza. Ma come rinunciare ad una buonissima pappetta dolce in una fredda serata invernale? Non si può. Quindi ecco la preparazione per una persona, anche se in porzione abbondante.

Innanzitutto prendete -tururu- due mele! Sorpresi? E che siano rosse, mi raccomando. Quelle gialle non sono molto adatte per questa ricetta, anche se non ho capito bene il perché. Quindi, dicevo, vi servono due mele, un pentolino, dell’acqua, dello zucchero e una ciotola. Magari un coltello, se non vi fa schifo, così non dovete usare le unghie.

Prendete le due mele, lavatele in acqua fredda, sbucciatele e tagliatele a spicchi. Io uso uno strumento magico e preferisco prima fare gli spicchi e poi sbucciare. Questo coso però sembra sconosciuto ai più, quindi gg. Dicevamo.

Tagliate gli spicchi in due ulteriori metà sul lato più corto in maniera da avere piccole piramidine di mela (sbav). Buttate tutto nel pentolino (che se è sui 15cm di diametro e 20cm di altezza è meglio, tanto per dare delle dimensioni) e aggiungete cinque o sei cucchiaini (da the, non da caffè) di zucchero direttamente sulle mele. Aggiungete acqua fino a che le piramidine non iniziano a galleggiare (se esagerate non fa niente, ma non di meno, mi raccomando) e mescolate.

Accendete il fuoco e metteteci il pentolino sopra (passaggio difficile, lo so, non alla portata di tutti). Fuoco medio, meglio non esagerare, anche se da che mondo e mondo l’acqua bolle senza guardare molto il fornello su cui si trova. Portate ad ebollizione e, a quel punto, lasciate cuocere per una decina di minuti mescolando ogni tre. Assaggiate e vedete se gradite la consistenza. Se va bene, scolate con un mestello bucato, altrimenti prolungate la cottura. Mettete le mele nella ciotola et voilà! Il vostro piatto è pronto. Se siete sadici potete fare una vera e propria purea aggiungendo parte dell’acqua di cottura e pestando le mele, ma io non arrivo a tanto e mi accontento delle mie piramidine.

Quando siete raffreddati, accostateci una tazza di latte caldo con due cucchiaini di miele e gustatevi un piccolo momento di relax.

  • devo dire che mi ha rilassato non poco leggerne solo la descrizione della ricetta X°DDD

    Però dev’essere buono. Un giorno provo =D

  • N3B

    Ahahahaha questo break culinario è magnifico! ahahah e quell’attrezzo magico è quello che si vede nelle televendite, su quei canali semisconosciuti!! ahahaha
    che ridere!! ahahaha

  • lightingcloud

    credo sia l’unico attrezzo da televendita a funzionare veramente!

  • dolce *ç*

  • Vincio

    Mi hai fatto venire una fame assurda. xQ__

    Vado a provarle adesso, anche se è mezzanotte passata vorrà dire che farò tardi, amen.

  • lightingcloud

    nel commento mi segna 01:15, quindi direi che la mezzanotte era passata da un pezzo :°D

  • Vincio

    Le ho provate, non mi sono piaciute tanto in realtà ma sono sicuro al 100% di aver sbagliato qualcosa nella preparazione, sono indeciso fra queste possibilità:

    – sale al posto dello zucchero (avevano un sapore non tanto dolce)
    – cottura sbagliata
    – mela non adatta/troppo matura (anche se era rossa rossa stile Ryuk xd)

    In sintesi, quando ci vediamo devi cucinarmele: in cambio ti farò il mio salame di cioccolato, no pun intended.