Momenti notalgia: il proteggi radiazioni

Di qualche giorno fa il post sul blog del doc che spulcia le mAraviglie che ci propinavano i catloghi Postalmarket prima che l’azienda fallisse miseramente e smettesse di inviare via posta quel catalogo di vestiti e robe che è stato per un bel po’ il Victoria’s Secret degli adolescenti italiani.

Quel post che, fermo sull’immagine di un Commodore che non hai mai avuto essendo partito subito coi 486 (di un paio d’anni troppo giovane, sigh), ti ha fatto tornare in mente i tempi di quando perdevi le diottrie (cinque, ad oggi) davanti a quello schermo a tubo catodico dai colori incerti ma dal potenziale omicida certissimo. I tempi in cui uno schermo da 14″ pesava quanto un televisore da 42″ odierno, in cui la scrivania non bastava nemmeno per la tastiera, che sembrava sempre che stessimo per ridipingere lo studio per i teli proteggi- polvere sopra OGNI componente del PC.

Ma soprattutto i tempi in cui, nel tentativo disperato e miseramente fallito di salvare le tue retine dalle radiazioni dello schermo, tuo padre e tua madre compravano QUESTO

Non si trovano immagini di repertorio, troppa vergogna.

Piango.

  • lol io lo avevo X)

    • lightingcloud

      pure io, e mi sa che non serviva proprio ad un cazzo :°D

      • quello è vero, ma va bene così, almeno aiutava un po gli occhi a riposarsi per colpa della luminosità :v