Russia – Italia 3 – 0

Avevo una mezza intenzione di vedermi un filmaccio anche stasera, per la vostra gioia, e invece son venuto a sapere dell’amichevole tra Russia e Italia in vista degli europei che dovrebbero iniziare tra non molto. E siccome quello di urlare insulti ad uno schermo, ché tanto i calciatori non mi sentono e non possono venirmi a picchiare, è uno dei miei passatempi preferiti, anche se ne approfitto molto di rado, eccomi qui. Niente birra, niente patatine, niente rutti e nemmeno niente colleghi commentatori sportivi (sigh) che quando ho deciso di vedere la partita m’ero già lavato i denti e messo il pigiamino, quello con il procione (credo) che legge il giornale.

Quindi, Russia vs Italia, terra del grande inverno contro terra del sole, con una formula nuova che se finisce pari vince quella che ha meno cartellini. Altrimenti, quella che ha meno falli. E io ci sono rimasto wtf che avevo capito che era proprio una regola nuova. Comunque, avversario temibile, dice il commentatore Rai, perché “hanno una difesa impenetrabile e organizzatissima”. E l’attacco? “Difesa impenetrabile e organizzatissima”. Ochèi.


Il bello è che la frase proseguiva con “ma anche noi, che ti credi, c’abbiamo la super difesa però c’abbiamo anche un attacco stuplendido” e tu non pensi che saremo messi bene? Non fosse che circa quando stai scrivendo l’introduzione al post, la difesa dell’Italia si mette a cacciar calabroni e prendiamo un goal pessimo che proprio non è da vedere, shame on you. E per almeno dieci minuti siamo nel panico totale, poi sembra che ci riprendiamo un po’ ma abbiamo sto attacco che proprio non riesce a concretizzare.

Il nuovo difensore della nazionale italiana, con relativa attrezzatura.

Il secondo goal mamma mia, è da non credere, il difensore che non riesco a capire chi sia fa UN’ALTRA stronzata megagalattica e regala una specie di rigore in movimento a porta vuota ai Russi. Cose che le vedi forse nel calcetto a 5 dei bambini sotto casa, certamente non in una partita della nazionale. Non della nazionale italiana.

Il terzo goal è… boh. Ancora peggio. L’imbarazzo totale. Voglio sparire dalla cartina europea. Il povero Morgan De Sanctis c’ha una faccia che ma dove cazzo sono finito ditemi che è Scherzi a Parte perché non è possibile e noi siamo d’accordo con lui. Non è possibile. Ste papere le facevo io, e io a calcio giocavo malissimo, ma male male male. L’Italia non c’è più, si son fatti una camomilla, forse anche una canna e hanno abbandonato. Uno schifo.

Ma magari. MA. MAGARI.

Sinceramente, era iniziata come una partita tranquilla e sembrava che potesse andare su un ragionevolissimo pari, ma l’Italia deve SEMPRE far cavolate ed ecco qui. Morgan De Sanctis assolutamente incolpevole, ma certo se giochiamo così gli Europei non ce li meritiamo, e quasi viene il sospetto che la provocazione del CT potesse essere un ommioddio evitiamoci la super figura di meeeeerda ti prego. Ovviamente non è così, però Prandelli ti prego: metti delle punte vere e organizza un attimo meglio la difesa. Non ci sono scuse. Che se agli Europei giochiamo così io non ti seguo. E questa era “solo” la Russia. Contro una squadra forte, ma forte davvero, che combiniamo? Manco i ponti passiamo. [cit.]