Sì, lo so…

… mi ero ripromesso di scrivere una volta a settimana ma l’esame di Istituzioni di Matematiche Complementari mi ha rubato l’anima per tutto il mese, fino al 10 luglio – venerdì scorso. Com’è andato? Bene.

festa

Nello stesso giorno la mia migliore amica si è laureata in wathever (qualcosa tipo lettere moderne, io sono un pessimo amico) con 110 e lode quindi è stato un bel weekend. Ma non poteva durare e lunedì mattina mi sono svegliato leggendo della morte di Satoru Iwata.

iwata

Ora, io ho scoperto davvero tardi il mondo dei videogiochi Nintendo, per quanto abbia qualche ricordo di me che gioco a Super Mario con un amico alle elementari. Ma la maturità da videogiocatore è arrivata solo molto, molto più tardi e mi sono perso buona parte dell’epoca d’oro della Nintendo. Nonostante questo, la mia passione deve moltissimo ai lavori di quest’uomo che ci lascia prematuramente all’età di 55 anni, sei meno dei miei genitori, portato via da una brutta malattia. Fa una certa impressione. Grazie mille, Iwata-san, speriamo che il mondo dei videogiochi non dimentichi mai i tuoi insegnamenti.

È un post un po’ bipolare, vero?