Si sta come a giugno sui libri i maturandi

Scommetto che non se ne stupisce nessuno!
Scommetto che non se ne stupisce nessuno!

Cercavo qualcosa di intelligente per iniziare il primo articolo “ufficiale” della nuova categoria Free Rant, ma la mia bacheca ha ben pensato di offrirmi invece questa interessante panorama sulle keyword con le quali si giunge al blog. È sicuramente meglio delle mutandine usate dell’anno scorso, decisamente più attinente ai temi del blog, però mi lascia il dubbio di cosa abbiano trovato sull’anello dello stregone wii che non ho proprio idea di cosa sia. Ad ogno modo, Free Rant nel senso di chiacchierata libera, perché a me capita di scrivere le recensioni ma pubblicarle con mesi di ritardo, se non di scriverle/pubblicarle affatto nonostante qualcosa da dire, in realtà, ce l’abbia. Abbiate pazienza, adesso inizio.

Qualche mese fa mi sono fatto, per pura curioistà, il Playstation Plus, lo conoscete tutti, abbonamento ai servizi Sony che permette tra le altre cose di avere un tot di giochi gratuiti per le nostre piattaforme e che tali resteranno fintanto che pagheremo l’abbonamento. Inoltre nel tanto ho acquistato anche la PSVita approfittando di una promozione del GameStop 130 gioco+memory+console che non è niente male considerato che stanno dando via gli ultimi modelli della prima ora, e che l’aggiornamento della versione slim è in realtà un downgrade piuttosto pesante dello schermo. Indipendentemente dal fatto che così si risparmia sulla batteria, tanto fottesega, non ci gioco mai fuori casa. Giusto l’attacco microUSB è un miglioramento.

Gnam.
Gnam.

MACCOMUNQUE tutta questa introduzione per dire che questo mese con il PSPlus c’è Dragon’s Crown e che mi sono fatto la notte del 4 giugno in bianco per aspettare che lo rendessero finalmente disponibile gratuitamente (anche se poi mi sono addormentato e l’ho comunque scaricato la mattina dopo, sticazzi). E quindi: com’è sto gioco che ho aspettato mesi per giocare, che mi ha fatto fare i salti di gioia quando ho scoperto che sarebbe stato gratis, ecc, ecc, ecc?

Una delusione. È il classico problema della Vanillaware, i suoi giochi hanno un sacco di potenziale ma un qualche tremendo difetto che ne rovina in qualche modo l’esperienza. (Ho appena scoperto di non aver mai giocato a GrimGrimoire, corro a scariCOMPRARLO). Odin Sphere era troppo lungo, in rapporto al fatto che la storia scorreva lentamente e certi stage erano assolutamente infiniti. Muramasa invece è una gran figata. Ehi, la mia frase di prima non aveva senso, ho giocato solo due loro titoli! (Leggo che GrimGrimoire è troppo semplificato, va bene come critica?)

E Dragon’s Crown, comunque? Beh, Dragon’s Crown è difficile. Non nel senso di gameplay, curva di difficoltà, nemici, no, niente di tutto questo. Nel senso che è difficile capire quello che sta succedendo sullo schermo. I personaggi sono talmente ben modellati e amalgamati tra loro e rispetto allo sfondo che quando iniziano ad essere sei o sette, nel casino della battaglia non è raro perdere completamente di vista il personaggio controllato e limitarsi ad un semplice button mashing sperando di colpire qualcosa. Considerato che ci sono degli stage che richiedono una velocità di reazione e una precisione quasi assolute direi che è un problema non da poco.

Non penso che lo finirò, ad un certo punto la situazione diventa ingestibile e odio il button mashing, quindi intanto sono passato a Zelda: Ocarina of Time sul 3DS. Sicuramente andrà meglio. Peccato per Dragon’s Crown.