Sky Girls, l’inizio, la noia, il drop.

Sulla scia di Rinne no Lagrange ho deciso di guardare un anime uscito tra il 2007 e il 2008 in Giappone, prontamente subbato dai Kanjisub, altrettanto prontamente scaricato e messo nell’hard disk in attesa che mi venisse voglia di vederlo. Quel momento è arrivato… ma sarebbe stato meglio che anche no.

Avete già capito il senso dell’anime, vero?

Dopo l’improvvisa comparsa dei WORMS, temibili mostri con l’unico scopo di uccidere tutti gli esseri umani, il mondo è costretto a riunirsi sotto un’unica bandiera per combattere, giungendo addirittura all’utilizzo delle armi di distruzioni di massa. Alla fine della guerra l’umanità ha vinto, ma ad un prezzo altissimo: la popolazione è quasi sterminata, i maschi adulti sono ridotti del 90% e le condizioni di vita sembrano tornate al 1900. L’esercito, temendo un ritorno dei WORMS, sviluppa i Sonic Diver, esoscheletri volanti che possono essere pilotati solamente da chi ha una struttura genetica adatta… delle ragazzine.

Di massimo 16 anni.

Non dico che l’anime non prometta bene, intendiamoci. La storia sembra carina e promette azione e simil mecha a non finire. E il chara-design ha un unico scopo, cioè quello di farvi sentire in colpa. Perché le protagoniste sono carine, e ok, sono molto moe, e va bene, ma poi nel complesso hanno un’aria tremendamente loli (forse anche troppo) e dei suit per il combattimento decisamente… guilty pleasure.

Che solo le Strike Witches, in mutande, fanno di peggio.

Purtroppo, però, se l’ho droppato un motivo c’è. Ed è che il moe e il fanservice possono andar bene per dieci, dodici puntate al massimo, ma in un anime di ventisei episodi devi anche metterci qualcos’altro. E se all’episodio dieci ancora questo qualcos’altro non s’è visto, forse non arriva mai. Non ti toglierai il dubbio, che la marea di banalità che vengono proferite in ogni episodio, la trama sempre telefonatissima, le gag scontate al massimo proprio t’hanno levato la voglia. Se poi c’è qualcuno tra voi che pensa di riuscire a reggere, mi faccia sapere.

Per certe cose ne vale anche la pena.