Sotto il Segno della Pecora

Autore: Haruki Murakami

Trama: la storia comincia come una storia qualunque: il narratore viene lasciato dalla moglie. Dopo un diario dei suoi giorni da single, ci ritroviamo improvvisamente sbattuti nella caccia ad una pecora che non dovrebbe esistere, ingaggiati da un Boss che non potrebbe vivere e una ragazza che, non fosse per le sue bellissime orecchie, sarebbe la più normale ragazza del mondo. Unici indizi: una foto che più generica che si può e una regione montuosa del Giappone, l’Hokkaido…

sinceramente non so nemmeno se sia giusto o meno scrivere qualcosa su un libro di Murakami. Posso dire che, fino ad ora, è uno tra i suoi migliori che abbia letto. Parafrasando altri, situazioni completamente assurde ci vengono presentare come se potessero accadere nella vita di tutti i giorni e noi non possiamo fare altro che accettarle, sospinti dallo stile convincente cui ci ha abituati l’autore. In questo predecessore di Dance Dance Dance, a differenza di alcune critiche negative che ho letto in giro, mi è parso di trovare un Murakami in uno dei suoi momenti migliori. Se riuscite a metterci le mani sopra (il libro è introvabile), leggetelo.

  • Musashi

    Uffaaaaa! Io ho “Dance Dance Dance” sul comodino da mesi ç_ç me l’ha regalato Martina, tra l’altro xD

  • lightingcloud

    è bello quel libro, leggilo subito!

  • Sai che sembra veramente interessante? xd
    Però se dici che è introvabile e_e’

  • lightingcloud

    c’è poco da fare purtroppo, la Longanesi l’ha messo fuori catalogo da anni e_e forse lo ristampa Einaudi, ma non si sa niente di preciso. io me lo sono dovuto far stampare…