Wall-E ~ Quando le parole non servono


Trama:
il piccolo Wall-E, ogni giorno, si occupa di smaltire i rifiuti in eccesso sulla terra. Sono settecento anni, ormai, che compressa, accumula, compressa, accumula. Ha sviluppato una personalità, Wall-E, ha un amico, una casa, degli hobbies. Un sogno. Quando una navicella spaziale atterra vicino casa sua, però…

Era veramente tanto tempo che un lavoro della Disney Pixar non mi prendeva così tanto e non mi faceva ridere così. Da quando la Disney ha smesso di produrre cartoni animati è come finita unera, e tutti quelli cresciuti con Biancaneve sono improvvisamente diventati adulti. Ma ecco che arriva Wall-E: grafica 3D ma storia vecchio stile, una storia capace di raccontarsi anche quando i protagonisti non possono spiccicare una parola perché non sono stati programmati per farlo. Una storia che cattura e ci trascina fino alla fine del viaggio di Wall-E nello spazio profondo. <!– –>

  • Ti diro’, io sono stato a vederlo al cinema e mi sono addormentato |:

  • Me lo sto scaricando, non l’ho ancora visto, nonostante il mio migliore amico mi faccia una TESTA TANTA con Wall-E :°D